Chiude il Corriere di Siena: la solidarietà di uRadio

Apprendiamo con grande amarezza la sospensione a tempo indeterminato della redazione del “Corriere di Siena”, che da lunedì 5 aprile non è più disponibile in edicola. In queste ore seguiamo le complesse vicende delle testate del Gruppo Tosinvest, che comprende anche Corriere dell’Umbria, Corriere di Viterbo, Corriere di Rieti e Corriere di Arezzo.

Lasciando il commento degli eventi agli altri organi di stampa locale, certamente più informati circa i dettagli di questa chiusura, vorremmo semplicemente esprimere la nostra solidarietà nei confronti dei redattori del Corriere di Siena.


CORRIERE DI SIENA & URADIO

Sebbene la redazione sia cambiata nel tempo, abbiamo un ricordo molto speciale che ci lega al Corriere di Siena. Il 9 dicembre 2011 ricevemmo un riconoscimento speciale nell’ambito del Premio giornalistico Paolo Frajese.

Durante la stesura di questo testo, abbiamo rintracciato un articolo dal nostro vecchio blog, ormai in disuso, ma il cui ritrovamento ci ha un po’ commosso. Per gli amanti del retro-internet, trovate tutto qui.


La targa che ci venne consegnata quella sera non rappresentò solo una gratificazione del lavoro che stavamo (e stiamo) svolgendo. Rappresentava anche la legittimazione da parte della comunità senese della nostra stessa esistenza. Un gruppo (quasi esclusivamente di non-senesi) che anima la scena culturale ed editoriale della città

La targa consegnata dal Corriere di Siena

Ma non finì lì: il Corriere di Siena ci inserì nella pubblicazione “La Carica dei 101…e più”, che raccoglieva i volti delle figure che maggiormente contribuivano alla crescita economica, sociale ed intellettuale di Siena.

Il ricavato delle vendite ci venne donato e probabilmente, proprio grazie a questo gesto, uRadio esiste ancora. Quel contributo, infatti, ci permise di spostarci su un server privato e regolarizzare la nostra posizione con la SIAE.

Senza la spinta propulsiva generata dalla fiducia e dal concreto sostegno del Corriere di Siena, forse oggi uRadio sarebbe diversa. Per questo vogliamo ringraziare la redazione, augurandoci un pronto ritorno al lavoro, in particolare in un momento come questo in cui la pluralità dell’informazione e la lotta alle fake news richiedono un impegno congiunto di tutti gli organi di stampa seri ed efficaci come il Corriere di Siena. 


Valentina Carbonara

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *