Tecnologie: cos’è cambiato nell’ultimo decennio


Abbiamo da poco inaugurato il 2020, salutando il vecchio decennio: ci ha dato molto e che ha cambiato radicalmente le nostre abitudini quotidiane. Le nuove tecnologie sono state le grandi protagoniste dei cambiamenti nelle abitudini di gran parte della popolazione di qualunque età.

Ma, ripercorrendo gli eventi susseguitisi dal 2010: cos’è cambiato veramente? Si possono fare tre grandi esempi:

  • Social Network;
  • Tecnologie evolute negli smartphone;
  •  Smart Speaker e assistenti vocali dotati di intelligenza artificiale.

1. SOCIAL NETWORK

Il primo punto è quello che ci ha coinvolti più in maniera diretta: i social network offrono un’esperienza gratuita e, allo stesso tempo, sono un modo per tenerci in contatto con le persone, ovunque esse si trovino.

Analizziamo alcuni dei Social Network più utilizzati, ripercorrendo brevemente ciò che offrono queste realtà.


FACEBOOK

Ha stravolto letteralmente le abitudini della popolazione mondiale, raggiungendo il suo picco di utenti verso la metà del decennio. È stato l’erede naturale (e più avanzato) di MSN, applicazione di messaggistica di Microsoft, che tutti gli adolescenti del 2000 conoscono molto bene.

Con gli anni, Facebook ha subito radicali cambiamenti con gli aggiornamenti, anche se negli ultimi tempi la crescita di utenti su Facebook si è leggermente arrestata, soprattutto in Europa, mentre in paesi meno sviluppati sta creando un vero e proprio boom di iscrizioni. Ad oggi conta più di 2 miliardi di iscritti, e la fascia degli utenti attivi è sempre meno “popolata” dai giovani.


WHATSAPP

Questa applicazione di messaggistica è stata quella che ha definitivamente mandato in “pensione” gli SMS, sfruttando però la connessione dati.

Si è fatta strada dal 2010 negli smartphone, per arrivare al giorno d’oggi come la migliore applicazione di messaggistica istantanea. Grazie ai vari aggiornamenti susseguitisi nel tempo, permette di effettuare videochiamate e chiamate, oltre alla registrazione di audio vocali e altre features.

Attualmente conta oltre 1 miliardo e 600 milioni di utenti attivi ogni mese.


SNAPCHAT

Un po’ come Facebook, questo Social Network ha trasformato le abitudini dei più giovani. L’intuizione di coloro che l’hanno progettata è quella di scattare dei “selfies” e produrre brevi video da condividere nelle storie.

Queste prime “stories” saranno l’anticipazione di ciò che ad oggi sono quelle più utilizzate su Instagram. Ad oggi conta circa 200 milioni di utenti attivi.


INSTAGRAM

Diventato molto popolare negli ultimi anni, è uno dei tanti Social Network acquisiti dall’azienda di Zuckemberg – precisamente nel 2012 – ottenendo sempre più consensi con il passare del tempo.

Attualmente è uno dei Social Network più usato tra i giovani, con oltre 1 miliardo di utenti e oltre 500 milioni di utenti attivi ogni mese.

Grazie ad Instagram, sono nati in questi ultimi anni i mestieri di “Influencer” e “Fashion Blogger”, che con i loro stili e i loro atteggiamenti, risultano essere altamente influenti al pubblico;


TIKTOK

Social network sviluppato in Cina e che si sta affermando sempre di più dall’inizio del 2019 e che sta letteralmente soffiando il ruolo di “principe dei social network” ad Instagram.

La sua crescita verticale è dovuta ai suoi algoritmi avanzati che permettono di scoprire riproducendo contenuti di nostro gradimento i nostri gusti, e di proporci a sua volta dei contenuti simili. Vanta attualmente oltre 1 miliardo di download e circa 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo.


2. SMARTPHONE

Ma da dove veniva precedentemente la generazione del 2000? Fino al 2006 circa non esistevano dei veri e propri “smartphone” che facevano tutto grazie alla connessione dati, fino al giorno in cui uscì il primo iPhone, che rivoluzionò completamente il mondo della tecnologia.

Questo fu un punto di svolta, dato che da qui in poi tutte le aziende concorrenti introdurranno ogni mezzo a disposizione per spalleggiare il mercato assieme alla società di Cupertino.

Inizialmente la concorrenza non fu molta, data la scarsità di conoscenze a disposizione della concorrenza, ma negli anni avvenire si è trovata di fronte ad una vera e propria “guerra” per il dominio del nuovo – e avanzato – mondo tech.

In questa competizione alla ricerca di nuove tecnologie nacquero altri due sistemi operativi di riferimento: Android e Windows Phone OS che, partendo dall’idea di iOS, ne ricavarono delle piattaforme compatibili con i software di navigazione sul web e anche con svariate applicazioni e social network.

Fu la completezza di Android e l’interfaccia pulita e professionale di iOS a scacciare dopo qualche anno la presenza sul mercato di Windows Phone OS. Questa evoluzione ci ha portato ad avere una tecnologia avanzata: dopo 10 anni di evoluzione tecnologica non leggiamo più gli articoli da un giornale, bensì da un sito come questo, dal nostro smartphone o dal nostro personal computer.

Che idea rivoluzionaria, vero?


3. SMART SPEAKER

L’evoluzione non si è arrestata e, anzi, la costante voglia di produrre qualcosa di rivoluzionario ha portato altre nuove tecnologie d’uso quotidiano, come ad esempio gli speaker Bluetooth con all’interno un’assistente intelligente … e chi più ne ha, più ne metta!

Tutto ciò grazie all’intelligenza artificiale, che è stata perfezionata dal 2015 da moltissime aziende leader nel settore quali Microsoft, Apple (che in realtà ci ha lavorato per molti più anni con la presenza di “Siri” all’interno dei suoi smartphone a partire dalla fine del 2011), Huawei, Google, Amazon e varie altre, che ascoltano i nostri comandi e che traduce questi input in un’azione.

La loro evoluzione ha permesso di produrre, dopo la fase di sviluppo del software, anche gli smart speaker. Questi ci permettono di avere nel nostro salotto di casa un dispositivo che, connesso alla rete, sfrutta il sistema di domotica (sistema che mantiene gran parte degli elettrodomestici e luci di casa connesse tramite sistemi intelligenti) e di connessione tra i vari dispositivi tecnologici, permettendoci di creare un ecosistema all’interno di casa sempre più intelligente.


Dunque, possiamo dire che i risultati raggiunti tra il primo e il secondo decennio del 2000 sono stati davvero importanti, soprattutto se si pensa che il primo è stato un decennio di esperimenti che gran parte di noi non solo ha vissuto, ma anche provato in prima persona.

Adesso non ci aspetta altro che vivere questo nuovo decennio con grande attesa, e scoprire quali tecnologie ci aspettano dietro l’angolo!


Roberto Marletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.