Giornata sull’Internazionalizzazione: le alternative all’Erasmus


Come studiare all’estero Storia e Beni Culturali


alt= erasmus

 

Oggi, nell’aula S di Fieravecchia, si è tenuta la Giornata sull’Internazionalizzazione, rivolta alla presentazione dei progetti di mobilità verso l’estero dell’Università di Siena, promossa dal comitato per la didattica del corso di Scienze storiche del patrimonio culturale.
La presentazione, tenuta dal relatore della facoltà, il professor Carlo Citter, ha delucidato tutte le modalità di mobilità offerte dall’Università e differenti dall’ormai conosciuto Erasmus for studies.

Eccole qui riportate.


ELAN Network

È un progetto che comprende 13 Università europee tra le più prestigiose e antiche, ed è volto a promuovere lo studio delle discipline umanistiche. Prende spunto dalle Università inglesi e americane e nasce da un’idea dell’Università di Bristol. È un percorso che va ad arricchire il vostro curriculum, grazie al riconoscimento finale (ELAN Certificate), che si può raggiungere in diversi modi attraverso l’accumulazione dei crediti.
La differenza con l’Erasmus è la presenza di diverse attività che verranno riconosciute sotto forma di crediti e arricchimento del vostro curriculum. Queste attività sono varie e possono andare dal volontariato al tirocinio all’interno dell’ateneo partner. L’Università di Siena sta lottando per avere un riconoscimento formale, certificato dall’UE.

  • Si può fare sia in triennale sia durante la magistrale;
  • Il bando esce in autunno e si può essere selezionati dai rappresentanti del dipartimento (nel caso di Scienze storiche e dei beni culturali, il prof. Citter);
  • L’Università può erogare un contributo economico per gli studi;
  • I mesi spesi nel progetto ELAN non vanno a sommarsi alle 12 mensilità disponibili per il progetto Erasmus.

BANDI OVERSEAS

Sono accordi che l’Università di Siena ha stipulato con atenei extra europei, come America, Canada, Giappone, Australia etc, ma anche Palestina, Israele, Colombia, Tunisia.

  • Ogni destinazione stabilisce i criteri secondo i quali gli studenti possono essere accettati;
  • Può trattarsi di un’esperienza Erasmus o di attività di ricerca;
  • Lo studente può visionare le tematiche presentate dai vari paesi e selezionare la più inerente al proprio percorso di studio.

DOUBLE DEGREE

Sono dei percorsi per il raggiungimento di un doppio titolo di laurea. Consiste nello svolgere un periodo di studi presso l’Ateneo straniero che collabora a questa iniziativa con quello di appartenenza. Al conseguimento della laurea si otterrà un titolo valido legalmente i entrambi i paesi.

  • Per quanto riguarda il percorso di Scienze storiche dei beni culturali è possibile fare domanda se si è iscritti alla magistrale di Archeologia o Storia e Filosofia;
  • È un progetto valido solo per la laurea magistrale.

ERASMUS FOR TRAINEESHIP

È un’esperienza di tirocinio, quindi di tipo lavorativo, che si può effettuare prima o dopo la laurea.

La differenza con l’Erasmus for studies è che non si viene trasferiti in una struttura straniera per seguire i corsi relativi al proprio percorso di studi ma, bensì, per un periodo di stage lavorativo.

Inoltre, lo studente deve impegnarsi autonomamente nella ricerca di una struttura che gli offra un periodo di tirocinio, scegliendo tra atenei, ma anche musei o aziende. Non ci sono restrizioni a parte quelle citate in questo link.
È un’esperienza estremamente consigliata perché può dare anche la possibilità di firmare un contratto con l’azienda partner.

  • È necessario presentare la candidatura e ottenere l’assegnazione della borsa di studio prima della laurea;
  • La mobilità va fatta o tutta prima o tutta dopo il conseguimento del titolo;
  • Si possono scegliere vari periodi, partire in qualsiasi momento dell’anno e ci sono più scadenze per la presentazione della domanda.
  • L’ultima scadenza per la mobilità durante l’A.A. 17/18 è a fine maggio;
  • Per l’A.A. 18/19, invece, il bando viene pubblicato a fine maggio e il periodo di mobilità apre a settembre;
  • Si può partire per un minimo di due mesi e per un massimo di sei;
  • Le attività devono terminare entro il 30 settembre e entro 12 mesi dalla laurea;
  • È un progetto disponibile sia per la triennale sia per la magistrale;
  • È solo all’interno dell’EU. Verso luglio o agosto, forse, verranno approvati progetti in Israele e un progetto museale Cuba.

PLACEMENT OFFICE

È un progetto che offre programmi di tirocinio per neolaureati, volto ad integrare quest’ultimi nel mondo del lavoro.

La differenza con l’Erasmus for traineeship è che non è collegato al corso di laurea e si può aderirvi solo una volta conseguito il titolo di studi.


SUMMER PROGRAM

L’Università degli Studi di Siena, inoltre, offre due programmi di studio per il miglioramento della lingua inglese durante i mesi estivi. Entrambi offrono l’alloggio gratuito e sono accordi presi con l’Università di Cambridge e quella di Chicago.

  • Rilasciano crediti formativi;
  • I bandi escono in autunno;
  • Le mensilità non vanno ad intaccare le 12 disponibili per l’Erasmus.

Chiara Bellemo.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *