#Sanremo2018 minuto per minuto: il Festival della terza età.


Buona la prima, ma la seconda?

Chi non muore, si rivede


Conduttori più a loro agio, concorrenti in secondo piano. AAA cercasi #Under50


20.43 – Viaaaa!

Tatatadadan tatatataaa Eurovision song! E vai col festival!

Si parte con la scala già abbassata e Baglioni accompagnato da un’incantevole Hunziker in malva che già prende possesso del palco. Del resto ci sa fare. Anche se la signora Trussardi costantemente senza gioielli mi fa pensare.
Chiede al “dittatore” artistico di cantare con lui una canzone di Biancaneve. Baglioni inespressivo, stasera una cravatta non se la poteva mettere?

Che belle le battute della Hunziker che ricevono mezzi sorrisi falsi e botulinati da Claudio.
Appare Favino-uccellino, ma da dove sbuca? Ho abbassato per un attimo lo sguardo sulla tastiera e me lo son ritrovata sul palco.
La lirica non fa per la modella svizzera. Sinceramente il canto in generale non fa per lei. Ma vabbè.
Voi la trovate divertente quest’apertura? A me manca già Fiorello.

Sogno della Hunziker esaudito, si parte con il regolamento per votare le Nuove Proposte.

I due presentatori alla seconda serata ancora non si sono messi d’accordo. Lei ha fretta di annunciare il cantante, ma lui deve ancora parlare. Così si finisce sempre con la stessa scena: lei ha già urlato metà nome del cantante in arrivo e lui, appena svegliato, la blocca e dice il resto mancante. Sarà la mania di protagonismo della svizzera o il ritardo cronico dell’attore?


20.54 – Il congiuntivo di Lorenzo Baglioni

Arriva il primo giovane in gara.
Non è parente del presentatore, ma tutti lo abbiamo già conosciuto su youtube. Ha una laurea in matematica ma la sua passione è fare canzoni comiche. I laureati-coristi con l’Eastpack son simpatici, ma lui è un po’ troppo pieno di sè.
Preferivo quando a sanremo si cantavano solo canzoni d’amore. Ora sapremo tutti il congiuntivo, ma siamo anche più trash.

Voto: 5.


20.59 – Bianco e nero

Favino in foto da poppante. Hanno davvero già finito gli argomenti/battute per gli stacchetti?


20.02 – Giulia Casieri con Come stai

Voce fresca e femminile sul palco. Aiuto rappa, ma che fa? Non capisco cosa stia dicendo. Ehi tutte le polemiche sul plagio Meta-Moro e questa versione rappata di “Tu come stai” di Baglioni va bene invece?

Non capisco nulla di quello che dice. Perciò mi limito a dire che porta una tutina pazzescamente bella.
Questa ragazza sprizza gioia da tutti i pori.

Va beh, voto: 2.


21.05 – Avances

La prima volta di Favino e della Hunziker. La giacca di lui sbrilluccicosa mi piace assai. Non ci mostrano la foto della Michelle-baby, problema tecnico? Sono così incapaci di far ridere che non si capisce se fanno sul serio o se c’è qualcosa che non va.


21.06 – Mirkoeilcane tuttoattaccato con stiamotuttibene

Canzone alla Cristicchi. Canzone polemica. Ci sta. Peccato questi microfoni che non facciano capire una parola. Mi piace, molto. Al pubblico no di sicuro, perchè non ha un ritornello alla scimmianudaballa.

Voto: 8. Ma il cane?


21.12 – Gli Specchi Rotti di Alice Caioli

è passata meno di mezz’ora e abbiamo già finito tutte le nuove proposte. Si correeee.  Carinissima ragazza, riutilizza l’abito da sposa della Zilli, ne fa un centrino e lo indossa. Poi prende la scossa elettrica e si acconcia i capelli.
La canzone non è così male, ma è la classica cantante italiana.

Può funzionare. Voto: 6.


21.16 – Chiuso il televoto

Pubblicità tatatata. Ah no, rivogliono pescare la foto persa prima. Ma non si trova.

Vai con la classifica. Demoscopica sarà la parola del 2018.
Al quarto posto Mirkoeilcane
Terzo Giulia Casieri
Secondo Baglioni
Primo Alice Caioli

Insomma esattamente come la pensavo io no?


21.25 – si riparte!

Scendono le scale, ma quanto mi piace questa scenografia. Tutti gli anni attendo di vedere il lavoro degli scenografi dell’Ariston e quest’anno è spettacolare.

Arrivano a manina i tre porcellini.  Michelle ha già cambiato abito. Le donano queste foglie di marijuana argentate. Ma una collanina no?
Favino stasera lecca il culo a tutti. per il regolamento bisogna “squirtarsi”? Coosa? Non ho capito. Vai con sto regolamento per l’ennesima volta, e per l’ennesima volta #demoscopica.

Vengono annunciati i 10 Big in gara. Rubino sostituisce Ermal e Fabrizio. Sarò di parte ma la loro canzone è stata la migliore ieri sera, ovviamente l’hanno tolta. Ho dei gustacci io o va tutto al contrario di come penso?


21.32 – Le vibrrrrazioni

Ma Sarcina dove se lo è preso quel chitarrista modalità vichingo col gonnellone? Non vi ricorda “Baciami ancora” questa canzone? Sono del team #ermalmoro e dunque passerò la serata a trovare del plagio ovunque.
Lui è di un’antipatia da far paura, ma le Vibrazioni sono un vecchio amore per tanti. Anche per me. Ma le preferivo quando cantavano Giulia o Angelica e Sarcina aveva meno tiri alla Renato Zero. Voto: 6.
Si accendono le luci, scopro che Sarcina si è stra tinto di nero. Dopodomani canteranno con Skin, wow.

Momento di giustificazioni per #ermalmoro, amori miei tornate presto.


21.37 – Nina Zilli e l’amore platonico della Hunziker

La svizzera continua ad esternare la sua preferenza per lei. Stasera è davvero gnocca però. Capelli sciolti e total black. Belli gli inserti e i gioielli. La canzone? Ah già. Assolutamente in linea con il Festival. Una canzone dedicata a tutte le donne. Sarà per questo che si è aggiudicata il cuore di Michelle? In ogni caso, non possiamo mettere in dubbio la classe e la bellezza elegante della Zilli.

Voto: 9.


21.41 – Favino ti casca la lingua se continui così

Ancora lusinghe, Michelle pensa siano per lei e invece sono per una violinista. Divertente…


21.43 – Mi è semblato di vedere dei ggggiovani

Arrivano i tre tenori de Il Volo sul palco dell’Ariston. “Nessun Dorma”, voi si che sapete come tenerci svegli. giustamente son giovani, ma questo #SanremoOld pretende uno stile stagionato. Noi diremo classico e quindi vai con Puccini.
Si sono portati dietro il coro funebre di Notre Dame De Paris. Che ansia ragazzi.
Solo io mi sento esplodere il petto quando arrivano alla loro massima estensione? Li adoro, sono l’orgoglio italiano.

Finalmente torna Baglioni, i suoi zigomi lo rendono inguardabile. Il suo fare funereo è perfetto per annunciare il tributo ad Endrigo. Battutacce sulla vecchiaia dell’intero cast contro i tre giovincelli. Tutto è fatto apposta: ormai Sanremo è #over50 e ci tengono a farlo sapere.
Esibizione commovente e di altissimo livello. Impeccabili come sempre. I concorrenti, dopo questa potrebbero andarsene tutti a casa.


21.59 – I vestiti iniziano a puzzare

Se non ve li cambiate. Stilisti dove siete?


22.00 – Diodato e Roy Paci

Ma chi sono questi? Io penso che tra i Big dovrebbero esserci dei volti non noti, ma notissimi. Va beh, sarò fuori dal mondo io. Canzone ok, uno dei due suona e basta. L’altro ha degli spasmi da curare. La canzone? è appena finita e già me la son scordata.
Venerdì canteranno con uno famoso tanto quanto loro. Va beh poverini ci provano, inutile dire che non se li ricorderà nessuno.


22.05 – Mina dove sei

Quanti soldi che si fa dicendo due battute per un’aliena della pubblicità TIM. Ma la sua storia l’ha fatta e resterà per sempre.


22.06 – Claudio Mussolini

Dai ma ste cose al Festival non si fanno.

Arriva il bisnonno di Sanremo, Pippo Bianconiglio. Standing ovation per il miglior canuto della storia. Prima aveva i capelli castani, poi grigi, poi bianchi, poi incredibilmente di nuovo castani e toh…bianchi. Battute sull’età ben portata, evvai così! Ooooo e viene confermata ancora la teoria: Sanremo è per le pensioni. Basta case di riposo, tutti sul palco dell’Ariston. Io non ho mai capito se Baudo sia grasso o solo largo, boh ha un girovita di 250 cm. Pippo trasforma il tavolino fascista in un altare e inizia con il suo pippone su quanto sia fantastico Sanremo.
Che noia. Revival storico. Tutti i vincitori da quando ha iniziato a condurre. Quindi di tutte le 68 edizioni possiamo dire.
Scusate, ma è tornata mia madre da yoga con racconti più interessanti di Pippo. Ok, sono sincera non lo sto ascoltando. Bella la dentiera.


22.22 – Elio e il fondotinta

Baci spassionati tra la Hunziker e Pippo. Lei sottolinea quanto sia diventata italiana, addirittura sa il siciliano. Giustamente nel frattempo gli Elio giocano alla morra cinese. Che vergogna, potevano anche chiamali due minuti dopo. Il mio cruccio di sempre è comprendere come Elio possa avere delle sopracciglia del genere. Non sbagliano nemmeno l’ultimo colpo. L’ultimo respiro prima dello scioglimento definitivo.

Voto: 7.
Il vecchiardo ne approfitta del microfono spento per parlare sulle tette della Hunziker. La cosa più divertente dell’intera serata. Viva Elio.


22.35 – Biagio e le scarpe

Mamma corre davanti al televisore. Il fascino dell’Antonacci colpisce sempre. Avrà anche i calzini? Canta. Caspitina, che posteriore. Ci invita ad usare i citofoni. Elogio ai citofoni. Non l’ho capita.
Scopro che Baglioni è altissimo. Elogio alla gentilezza. Biagio guarda Claudio come una mamma che guarda i pelucchi sul maglione dei figlio e cerca di toglierli. Dopo una leccata di culo, che è il tema della serata dopo #demoscopica, cantano una canzone di Baglioni insieme.
Pubblico gasatissimo, tutti in piedi, mani in alto, volano dentiere. Standing ovation. Biagio vuole ricantare la canzone, ma le corde vocali di Claudio lo supplicano di no. Incredibile come siano gli ospiti a fare le battute più divertenti. Forse perché son spontanee e non preparate appositamente e male.


22.48 – Ornella Demon e gli scagnozzi

Elogione da far paura della Hunziker e arriva la regina della terza età accompagnata da Gaspare e Orazio. Vestita come ieri, ma in black. Elegantissima, ma di un altro mondo. Uno migliore. Canzone profondissima, toccante, peccato che il suo labbro botulinato confonda metà delle parole. La signora Vanoni porterà con sé Preziosi venerdì. Ha detto perché è bello.

Voto: 7.


22.59 – Claudio e il blu e nero che non ci piace, Favino puzza e non si cambia

Di nuovo la stessa solfa di ieri sera. Inizia a poetare in espanolito e finisce col ballare Despacito. Povero Favino, fortuna che lo pagano. Scende una fighissima Hunziker che si è strappata il vestito di prima. Due ossi da morto che ballano. Michelle rovinata da un bavoso impacciato Favino. Posa un po’ osé e casqué che ha quasi aperto in due il cranio di Michelle..

Hunziker col fiatone elenca i numeri per votare tra cui un 118 sottinteso.


23.06 – Arriva l’unico Pooh

A differenza degli altri due compagni di merenda, la sua è una canzone orecchiabile. Per lo meno non la urla come un muto con gli spasmi. Già la canticchio. Al pubblico non piace, a me ovviamente sì.

Voto: 7.


Battute scaramantiche, corni sulle schiene e Favino che sbuca così da un momento all’altro. E ops si è cambiato abito!!!! Bello da gentleman. Bello quando leggono il gobbo e stanno con la testa per aria.


23.14 – Signore e signori Sting!!

E anche questo è più di là che di qua. Quel cravattino, foulard a pois è scioccante.. canta in italiano e bisogna parlargli in inglese. Oddio ma Favino fa l’interprete. Parla velocissimo per evitare strafalcioni. Ma ci sa fare.
Arriva uno strano tipo col gonnellino. Ma chi è? Ma cos’è? J-Balvin? Ma no, ma no. Non si fa. Uno scimmione che balla. La scimmianudaballa.


23.32 – Spazio a Baglioni e Leosini

Imbraccia il pianoforte, si può dire? E canta l’indimenticabile “Questo piccolo grande amore“. Ma arriva un’amabile signora. è Franca Leosini. Che si comporta da giornalista che è e “intervista” la canzone di Baglioni. Fa domande e lui risponde in versi cantando. Intervista al volo e se ne vanno appisolati l’uno sull’altro a fare la nanna.


23.39 – Scendono le scale, li finiamo sti cantanti?

Finalmente! Un abito degno di Michelle. Favolosa è dire poco. Questo rosso fa risaltare solo lei. Ma già ci riusciva da sola.


23.42 – Ron e Vessicchio con gli stessi fan di Sting

Menomale che ha dichiarato che la canzone è stata scritta da Lucio Dalla. Sennò ancora plagio. Boh, sono d’accordo con l’omaggiare Dalla, ma farne l’imitazione mi pare eccessivo.

Voto: 4.


23.47 – Rubino Arlecchino

Arriva vestito a quadri con colori improbabili. Canta al posto di #ermalmoro, inutile dire che già lo odio. Piace tanto alle ragazzine ma a me non dice niente. Sinceramente non riesco a dargli troppe attenzioni. E la canzone? Scordata.

Voto: 2.


23.52 – Ritorna la pazza isterica

Come ieri arriva colei che avrebbe dovuto condurre Sanremo. Secondo me non l’ha fatto perché le hanno regalato un biglietto dritto dritto per il manicomio. Vattene, abbiamo la Hunziker.


23.59 – Colpo di scena

Ritorna Il Volo. Cos’è successo? Mago Forrest è sparito dietro le quinte. Sarà mica la sua prima vera magia riuscita?


00.05 – Ricadiamo sulle tette della Hunzinker

Le casca il microfono, accorre Favino a raccoglierlo. Dovrebbe appuntarglielo al petto, vorrebbe, ma non può. Risate.


00.06 – Annalisa la regina del malcostume

Perché solo a lei fanno ste riprese a buco nero orribili? Mi si incrociano gli occhi. Comunque è una cara ragazza, tanto bellina. Ma perchè non si sa vestire? Sembra ‘na scappata de casa. Cosa c’è scritto sul suo orecchino? Bitcoin? La canzone è Sanremese, scivola via e non fa danni. Piace.

Voto: 6.


00.11 – Decibel omaggio a David Bowie

Hanno riesumato Enrico Ruggeri e company. Cantano questa canzone che è un omaggio al Duca Bianco, e già dicendo questo mi piace. In realtà trovo sia la canzone più bella dopo la #ermalmoro, ha un sound particolare. È pensata, funziona. Non per il pubblico ovviamente.

Voto: 9.


00.26 – Hunziker e le storie tese

Michelle inizia a raccontare una storia e..oh! Sbuca Vecchioni con la sua Samarcanda. Ma come, non era previsto!!

Ci spiega che la canzone deriva dalla Bibbia. Sanremo è diventata una lezione di catechismo. Continua cantando la canzone vincitrice del 2011 con una specie di attacco di cuore.
Avete presente quelle maschere con gli occhiali e il nasone che si comprano per carnevale? Ecco Vecchioni.

Ma Forrest? Tira pacco la Pausini e son lamentele di ore e attimi di panico. Scompare Forrest e nessuno si ricorda di lui.

Ma no, cosa dico. Ecco che arriva il buffone all’italiana. In netto ritardo con la chiusura della puntata, arrivano lui, i tre porcellini e quattro trapani. Gli sketch son tutti uguali, tre trapani sono scarichi e uno no. Riuscirà il nostro eroe a salvarsi dall’ira funesta dei vili presentatori? Ma certo che sì. Trucco mediocre: Forrest ne approfitta un paio di volte per svizzerare la Hunziker.


1.02 – È finita ragazzi, è finita!

Che parto. Finisce anche la seconda serata del Festival della canzone italiana.

Vai con la sigla dei tre porcellini e con la classifica #demoscopica.

Classifica alta
Diodato e Roy Paci – “Adesso”
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico – “Imparare ad amarsi”
Ron – “Almeno pensami”

 Classifica Centrale
Le Vibrazioni – “Così sbagliato”
Annalisa – “Il mondo prima di te”
Decibel – “Lettera dal Duca”

Classifica Bassa
Nina Zilli – “Senza appartenere”
Elio e le Storie Tese – “Arrivedorci”
Red Canzian – “Ognuno ha il suo racconto”
Renzo Rubino – “Custodire”

Inutile dire che la #demoscopica non ci capisce niente.

Ebbene fanciulli, è giunta l’ora di salutarci. Andate a riposare sennò vi vengono le rughe in tema a questo Festival. E poi vi tocca botulinarvi come Baglioni.

Adieu.


Chiara Bellemo.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *