Elezioni 2018: sospensione lezioni, riduzioni viaggi & altro ancora

SOSPENSIONE DELL’ATTIVITÀ DIDATTICA

Il Rettore e gli Organi di Governo, come sempre avvenuto in occasione delle elezioni, hanno invitato a sospendere le eventuali attività didattiche programmate per quel periodo. Al fine di garantire il diritto al voto degli studenti, la sospensione di tali attività – indipendentemente dalle tipologia (quindi esami e tirocini inclusi) – è prevista da sabato 3 marzo al lunedì 5 marzo 2018 compresi. La sospensione ha carattere obbligatorio per tutti.


GLI STUDENTI ERASMUS POSSONO VOTARE PER CORRISPONDENZA?

Sì, ma se ti stai ponendo il dubbio per la prima volta ora, probabilmente no. Mi spiego meglio.

La legge 6 maggio 2015, n.52 prevede – in occasione di elezioni politiche o referendum nazionali – la possibilità di votare per corrispondenza all’estero per gli elettori che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche, si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi. A tal fine, i suddetti elettori possono formulare al comune di iscrizione elettorale un’espressa opzione per il voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero – valida per un’unica consultazione – che deve pervenire al comune entro e non oltre il trentaduesimo giorno antecedente la data di svolgimento della consultazione, e cioè entro il 31 gennaio 2018. Se lo leggi solo ora, è troppo tardi. Ma non ti abbattere: forse non tutto è perduto!


AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO PER GLI ELETTORI ALL’ESTERO.

In vista delle elezioni del prossimo 4 marzo, Trenitalia concede agevolazioni di viaggio agli elettori che si recano a votare in Italia. In particolare si attira l’attenzione sui biglietti a tariffa “Italian Elector” (viaggi internazionali da/per l’Italia) riservati agli elettori residenti all’estero.

Il viaggio di andata deve essere effettuato al massimo UN MESE prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo UN MESE dopo il giorno di chiusura del seggio stesso. Per usufruire delle riduzioni, gli elettori dovranno esibire al personale di bordo, insieme al biglietto la documentazione attestante lo status di elettore residente all’estero e che non è possibile produrre l’autocertificazione al posto della tessera elettorale. Per maggiori dettagli, date un’occhiata a questo documento e al sito www.trenitalia.com.


SCONTI PER ELETTORI RESIDENTI IN ITALIA.

Trenitalia offre tariffe ridotte anche per chi deve spostarsi da un capo all’altro della penisola. Nello specifico, i residenti in Italia possono ottenere, esclusivamente per viaggi di andata e ritorno in 2^ classe per tutti i treni del servizio nazionale e per il livello Standard dei Frecciarossa, le seguenti riduzioni:

  1. 70% del prezzo Base per i treni media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity e IntercityNotte) e servizio cuccette;
  2. Riduzione 60% sui biglietti per treni Regionali.

Il viaggio di andata può essere effettuato dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e quello di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno di votazione (quest’ultimo escluso).Per usufruire delle riduzioni, bisognerà esibire nelle biglietterie e nelle agenzie di viaggio autorizzate, i seguenti documenti:

  1. Documento di identità;
  2. Documento/tessera elettorale;
  3. Timbratura tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione, per il viaggio di ritorno.

Questi documenti, insieme ai biglietti relativi al viaggio di andata e a quello di ritorno, dovranno essere presentati al personale di bordo. Trovate informazioni più dettagliate qui.


Anche Italotreno mette a disposizione delle agevolazioni per i votanti residenti in Italia. Si potranno acquistare dal 12 gennaio al 04 marzo i biglietti di andata e ritorno in tariffa Flex o Economy, per viaggiare dal 23 febbraio al 13 marzo in ambiente Smart o Comfort chiamando Pronto Italo allo 060708 oppure presso le biglietterie Italo in stazione. Si avrà diritto, in questo modo, ad uno sconto del 60% sul prezzo del biglietto.

Sarà obbligatorio portare con sé, per il viaggio di andata, anche il proprio documento di identità e la tessera elettorale o apposita dichiarazione sostitutiva; mentre per il viaggio di ritorno dovranno essere esibiti il documento di identità e la tessera elettorale con il timbro dell’avvenuta votazione. Ulteriori info qui.


Mattia Barana.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *