Kalispéra! (programma televisivo)

καλησπέρα (/kali’spera/ scritto “kalispera”, derivante dal greco antico καλή (kalí, “buona”) +‎ εσπέρα (espéra, “sera”)

A

(greco) Espressione quotidiana propria della popolazione della Grecia o ellenica (vd. CRISI), in uso fin dai tempi antichi. Tanto da crearci sopra un programma demenziale.

B

(tele) Infatti Kalispera (da ora scritto in alfabeto latino) è anche un programma televisivo, andato in onda in due stagioni (vd. BREVI) tra il 15 dicembre 2010 e il 30 dicembre 2011, per un totale di dieci puntate (vd. FORTUNA), da Alfonso Signorini (vd. BARBARELLA!!), in uno studio televisivo a forma di salotto, con angolo cottura e pianoforte (vd. KITSCH), simili all’appartamento del conduttore medesimo. Kalispera è stato anche un talk show, ove venivano ospitati numerosi personaggi della musica, dello spettacolo e dello sport (vd. CASI UMANI).

B1

(tele) Nelle due edizioni, Alfonso è stato affiancato prima da Elena Santarelli (vd. CAMERA CAFE’), dalla showgirl Ana Laura Ribas (vd. FESTIVALBAR) come inviata per i servizi esterni riguardanti la cronaca rosa, da un cuoco, dalla comica Margherita Antonelli (?) e da un giornalista di gossip Gabriele Parpaglia. Poi, si sono aggiunte Melissa Satta (vd. LE VELINEEE), e Pamela Prati (vd. BAGAGLINO), messe quasi l’una contro l’altra per il balletto, e da due inviati aggiuntini, Francesca Cipriani (vd. VOLAREE), e Marco Ceriani. Tra gli ospiti del programma ci sono stati cantanti come Biagio Antonacci, Emma Marrone, Patty Pravo, Orietta Berti, e conduttori come Maurizio Costanzo, Maria de Filippi, Fiorello, Alba Parietti, Alessia Marcuzzi (vd. CASI UMANI – Sezione TV). E anche politici, come Silvio Berlusconi, Italo Bocchino e Vittorio Sgarbi.

B2

(tele) Particolarità di Kalispera, oltre all’Eva contro Eva tra le ballerine, è l’interesse da parte di Signorini di fare qualcosa di “rilassante, contro le immagini violente” (vd. DISABILITA’ MENTALE), unendo il talk show à la Maurizio Costanzo e la sit-com in ambientazione domestica, tra risate e ironia (vd. VALIUM). Il programma mescola vari ingredienti, come l’intervistare le mogli dei militari in Afghanistan (vd. NASSYRIA) e l’improvvisare scenette goliardiche e demenziali come quella di fare il casting per delle vallette ” che scadranno come lo yogurt” (vd. CINISMO). Inoltre, Kalispera ha ricevuto ampie critiche, come la presenza nella prima stagione del giornalista Gabriele Parpaglia, nominato “rappresentante del gossip trash” dalla critica, e della “grottesca” imitazione dell’ex- Ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna da parte della comica Gabriella Germani (vd. SFOTTO‘), tale da portare il conduttore a dissociarsi. L’acme della trasmissione (24% di share) è stato raggiunto con la puntata del 19 gennaio 2011, con l’intervista a Ruby, all’anagrafe Karima El Mahroug, poco tempo dopo gli eventi oggi riguardanti il “Caso Ruby” (vd. MUBARAK).

C

(greco) A differenza di Καλημέρα (/kali’mera/), Kalispera non rischia di creare problemi effettivi alla quiete umana. Però, non essendo una lingua facilmente comprensibile, essa può essere utilizzata: infatti, è attualmente l’affermazione più conveniente per il saluto mattutino a colleghi o amici o partner di letto, perché essa permette sia il mantenimento del galateo sia il mantenimento della propria incolumità, dato che dire “buon giorno” di prima mattina è abbastanza rischioso (vd. KAFFEEE!).


Niccolò Mencucci.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *