Breve guida per sopravvivere al bando Erasmus

Vuoi partire per l’Erasmus, okay.

Vuoi imparare la lingua, vivere 6 mesi (o un anno) lontano dalle solite persone, fare nuove esperienze, provare tutte le sei birre trappiste belghe o semplicemente, perché no, studiare all’estero.

Ora che gli obiettivi sono stati decisi non resta che affrontare qualche altro piccolo problemino che va sotto il nome di “iscrizione al bando” e poi il famigerato Learning Agreement.

Tieni sempre a mente che quella che ti verrà presentata in questo articolo sarà la procedura breve e generale a tappe, non escludere particolarità del tuo corso di studi! Fai un bel respiro profondo, iniziamo.

First step: la scelta delle Università.

Al momento dell’apertura del bando Erasmus (che puoi trovare qui) verrai catapultato in una tabella Excel con numerose università da diverse parti del mondo. Può essere utile filtrare la scelta in base alle competenze linguistiche e alla durata della permanenza nel paese estero.

Una volta selezionate tre università devi tenere a mente alcuni piccoli accorgimenti. Alcuni paesi richiedono una certificazione linguistica ufficiale (non basta l’idoneità rilasciata dall’Università), alcuni corsi inoltre sono destinati solo a studenti al I°, II° o al III° ciclo di studi.

Importante è anche controllare il sito delle università scelte, in particolare nelle sezioni incoming International students – Erasmus per capire quali corsi potrai frequentare e avere già un’idea, per quanto vaga, degli esami che potranno essere convalidati una volta tornato in Italia.

Dopodiché, accedendo alla segreteria online, potrai iniziare a compilare la richiesta di iscrizione al bando Erasmus. Dovrai inserire le tue tre preferenze, in ordine di importanza e aggiungere una piccola motivazione sul perché hai scelto quelle determinate università e quali esami presumibilmente andrai a sostenere (non preoccuparti, non c’è ancora nulla di ufficiale e potrai cambiarli strada facendo!).

Ora non resta che aspettare, il turno passa all’Università di Siena che dovrà stilare delle graduatorie.

Secondo step: hai vinto il bando!

Il gioca ora destreggiandosi fra i due documenti fondamentali, il learning agreement e l’accordo finanziario.

Per quanto riguarda il LA devi stamparlo (da qui), compilarlo, farlo firmare dal professore responsabile che ti è stato attribuito e almeno due mesi prima portarlo all’Ufficio Studenti e Didattica per l’approvazione del Comitato per la didattica (conosci i tempi necessari quindi non perdere tempo). Una volta che l’avranno approvato devi ritirare la versione originale e richiedere l’approvazione dall’università ospitante. In pratica per poter vedere avverato il tuo Erasmus ti servono 4 firme: la tua, quella del responsabile della tua destinazione, quella del Comitato per la didattica e quella dell’Università ospitante. Ricordati che il LA ti servirà se vorrai modificare alcuni corsi di studio durante il tuo periodo di mobilità.

L’accordo finanziario permette invece di ottenere i fondi della borsa di studio. Deve essere compilato al computer, stampato (da qui), in duplice copia e firmato su entrambi gli originali. La consegna dell’accordo dovrà avvenire 15 giorni prima della partenza all’International office oppure puoi spedirlo tramite raccomandata.

Per qualsiasi dubbio o chiarificazione consulta il sito dell’Università.

Terzo step: preparare la valigia!

Buon viaggio!

Giulia Nicolini

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *