UBES e start2impact insieme per gli studenti

UBES e start2impact vogliono avviare una nuova iniziativa per aiutare gli studenti universitari ad integrarsi nel mondo del lavoro.

La prima è una associazione studentesca apolitica e apartitica nata nel 2016 a Siena, con l’obiettivo di colmare il divario tra università e lavoro, la seconda è invece è una delle startup più prolifiche d’Italia, che permette ai giovani di ottenere delle conoscenze specifiche su di una piattaforma digitale.

il logo di UBES.

UBES rappresenta una delle realtà più attive del panorama universitario senese, sono spesso impegnati in diversi eventi e workshop, che vedono per protagonisti manager d’imprese multinazionali e di banche o gli stessi soci, sono impegnati in laboratori sulle soft skills e su ogni attività propedeutica alla creazione di una carriera lavorativa. Tra i diversi soci onorari di UBES, si trovano esperti di economia del calibro di Carlo Cottarelli e Cinzia Angeli, entrambi ex studenti dell’UNISI, e inoltre diversi professori della nostra università.

il logo di start2impact.

Start2impact invece rappresenta una delle migliori piattaforme digitali dove imparare skills per le carriere del futuro. Nata nel 2017 da un’idea di Gherardo Liguori, Virginia Tosti e Luca Carabetta, questa piattaforma permette ai giovani di tutta Italia di acquisire delle conoscenze che la scuola e l’università non danno, per prepararsi al meglio alla rivoluzione lavorativa digitale sempre più imminente.

Questa impresa è stata definita, a ragione, come una possibile università del futuro da nientemeno che Il Sole 24 ore.


Il business case di UBES e start2impact

Insieme UBES e start2impact hanno quindi deciso di portare avanti un business case aperto a tutto il corpo studenti senese.

Tale business case ha come punto di partenza un problema effettivo con il quale start2impact si sta scontrando, ovvero l’internazionalizzazione dei propri servizi e nella fattispecie della scelta dei paesi in cui farlo.

Ai team che si presenteranno verrà richiesto di selezionare, per prima cosa, una Macro-Area a scelta tra: Europa, Nord America, Sud America e Africa.

Dopodiché ai partecipanti dovranno, basandosi su parametri specifici, di scegliere i paesi della Macro-area in cui start2impact dovrebbe iniziare la propria internazionalizzazione.

Infine i vari gruppi dovranno proporre la propria strategia di GO TO MARKET, cioè una pianificazione che apra a start2impact il mercato del paese scelto.

Il team vincitore riceverà tre mesi gratuiti sulla piattaforma di start2impact dove potrà accedere a tutti i suoi servizi e corsi.

Inoltre il miglior team di ogni Macro-area potrà eseguire una call privata con Gherardo Liguori, della durata di un’ora.


Naturalmente il lavoro con questo Business Case non è finito, noi di uRadio Abbiamo registrato un’intervista radiofonica con Damiano Leo, il presidente di UBES!

Ascoltandolo avrete modo di approfondire questo progetto e di avere maggiori informazioni sulla società di economia senese!

STAY TUNED!


Franco Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.