TECNOLOGIA: ci salva o crea dei problemi?

Oggi, per sconfiggere questo virus, oltre a restare a casa, è diventato necessario affidarci alla tecnologia per svolgere le attività quotidiane. Le nostre abitudini si sono improvvisamente trasformate e, ora più che mai, sorge una domanda.


Tutto questo è sopportabile ancora per molto?

Lo “smart working” è l’unica soluzione tecnologica per i professionisti, anche se qualcuno ha riscontrato delle difficoltà nel comprendere appieno questo mezzo.

I ragazzi si sono dovuti attrezzare al meglio per restare al passo con le lezioni, trasmesse tramite i canali delle università o delle scuole. Qualcuno ha riscontrato qualche difficoltà nell’acquisire il materiale necessario, ma adesso sembrerebbe che qualcosa stia migliorando.


La tecnologia a nostra disposizione, inoltre, ci mette in contatto con il mondo. Grazie ad applicazioni come WhatsApp o Skype, siamo in grado di tenerci in contatto con le persone a noi più care. Purtroppo, però, l’utilizzo massivo della tecnologia in questo periodo non è del tutto positivo. I motivi sono riconducibili a:

  1. Rete dati: la mole di dati che circola è maggiore, rallentando le nostre sessioni di video-chiamate oppure la fruizione rapida di contenuti su internet;
  2. Utilizzo eccessivo di mezzi informatici: cosa fare in tempi di quarantena se non usare i propri strumenti informatici? Ecco, questo utilizzo notevole causa stress agli occhi, che non riposano più abbastanza.

Accanto ai lati negativi di questa tecnologia che ci circonda, riprendiamo con grande piacere quelli positivi, ovvero:

  • Studio: le università e le scuole si sono attrezzate per continuare con le lezioni, permettendoci di non interrompere i nostri studi; ovviamente ci si è dovuti adattare molto, però pensiamoci: come sarebbero andate le cose se non avessimo avuto dei mezzi informatici? Meglio non pensarci;
  • Contatti: già i nostri genitori da giovani non avevano tutto ciò: poter vedere i propri affetti in questo periodo è un vero miracolo della tecnologia. Questo deve farci pensare che abbiamo una vera fortuna tra le mani, e tocca a noi sfruttarla nel modo più corretto.

E allora cosa possiamo fare per occupare la giornata restando in forma con la mente, ma anche con il corpo? Ecco alcune idee:

  • Musica: ottima compagnia durante la giornata, ci aiuta a risollevarci il morale. Avete mai ascoltato quella 8D? Ultimamente sta spopolando moltissimo. Qui un link per ascoltare una playlist.
  • Attività fisica: è giusto mantenersi sempre in forma, anche (e soprattutto) durante questi lunghi periodi trascorsi a casa. Molti esperti in questo periodo pubblicano tutorial a riguardo. Qui un esempio home-made.
  • Produttività: questa circostanza è forse la migliore per dare libero sfogo alla nostra fantasia e alle nostre idee! Approfittiamone.

Le idee non mancano, insomma: adesso tocca a noi affrontare questo periodo nel migliore dei modi, aspettando che tutto finisca e che le nostre vite ritornino ad essere vissute come meglio immaginiamo.

Insieme ce la faremo!

#iorestoacasa


Roberto Marletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.