“Distanti ma uniti”: quando è la musica ad avvicinare il mondo

Dal celebre motto dell’ex presidente del Consiglio Conte in piena pandemia, scopriamo insieme come la musica ha avvicinato i popoli in ogni drammatica situazione, da una parte all’altra del globo, in nome dell’unione senza confini

1. 2020: Gli Italiani cantano l’Italia dai balconi

Il mese di Marzo 2020 segna l’entrata dell’Italia in lockdown per la Pandemia. In un mondo in preda alla paura e allo shock sul futuro, trova nell’Italia un sentimento di speranza e ammirazione. Cantanti improvvisati, lirici affermati, dj, musicisti, casalinghi, lavoratori in smartworking si ritrovano nei balconi di casa, per intonare le celebri canzoni italiane che hanno fatto la storia, storia che nel 2020 ha assegnato i cuori di tutti noi più che mai.


2. 1985: We are the World – Uniti per l’Africa

Nel 1985, ben 45 grandi cantanti angloamericani si uniscono per cantare insieme a favore dell’Africa e della grave carestia alimentare che aveva colpito in quel periodo l’Etiopia. Il gruppo guidato da Micheal Jackson, Tina Turner, Stevie Wonder riuscì, dalla vendita del singolo, a raccogliere più di 100 milioni di dollari grazie alle oltre 20 milioni di copie che valsero oltre al rispetto di tutti i fan: 4 Grammy Award e disco dell’anno del 1986.


3. 2011: Without you – Mai senza di te

In un mondo dilaniato dalla crisi economica e delle divisioni etnicosociali, il dj francese David Guetta e il cantante User lanciano il loro messaggio per unire il mondo con il potere della musica. Il mondo diviso socialmente e geograficamente con i continenti, è unito grazie al ritmo della canzone in una grande Pangea, dove il mondo si riunisce e balla insieme ai due cantanti in nome della sana fratellanza.


4. 1969: Festival di Woodstock

1969, in piena Guerra Fredda tra le due superpotenze USA e URSS e sconvolti dalla guerra in Vietnam, il movimento hippie da tutto il mondo, in nome della pace, si raduna a Woodstock( USA).Ciò che doveva essere un piccolo raduno rock, divenne per antonomasia, l’evento musicale per eccellenza nella storia, che raccolse 500.000 giovani spettatori al grido di Peace & Love.


5. 2021: Eurovision & Zitti e buoni

2021 = L’anno dell’Italia. Così titolano i giornali nazionali e internazionali. La vittoria dei Maneskin al Festival della Canzone Europea, segna uno storico trionfo per l’Italia che mancava dal 1992 con Toto Cutugno. Il sound italiano dei Maneskin rimbalza in tutta Europa a ritmo di Zitti e buoni, da Londra fino a Oslo, da Madrid fino a Mosca.


☆ Special Web: #Inascoltoinsieme di Spotify ☆

https://twitter.com/SpotifyItaly/status/1258396167731326980?t=ebQEXWpSpd7J2c6tXQ2HbA&s=19 @Spotify – Twitter

La piattaforma musicale streaming più in voga: Spotify, ha stimato che nel mondo 30 mila persone ascoltano la stessa canzone nel medesimo istante. Come è risultato grazie agli algoritmi e ai big data, sappiamo che da Siena fino a Buenos Aires ascoltiamo tutti l’ultima hit reggaeton in tendenza sull’app


Alessandro Mastromarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.