uRadio intervista: Rodrigo D’Erasmo

Rodrigo D’Erasmo

Eccoci al secondo appuntamento del progetto “uRadio intervista” in occasione del decennale della nostra radio.

Se vi foste dimenticati di segnare qualche data del ricco palinsesto, che vede una serie di interviste dedicate a protagonisti della musica italiana in tutte le sue sfaccettature, vi rimando qui.

Quanto al protagonista di domani, non ha certo bisogno di presentazioni: avremo infatti l’occasione di intervistare il noto violinista e polistrumentista Rodrigo D’Erasmo, componente degli Afterhours.

uRadio intervista: Rodrigo D’Erasmo

Un artista eclettico

Rodrigo D’Erasmo, di origini brasiliane, inizia lo studio del violino fin da piccolo, incoraggiato dalla passione dei genitori per la musica sinfonica e l’opera. Nasce dunque come violinista classico, diplomandosi al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e a quello di Ekaterinburg in Russia.

La sua eclettica passione per la musica lo porta però a dedicarsi anche ad altri strumenti (è infatti polistrumentista, capace di suonare la chitarra, il mandolino, gli organi e le percussioni) e collaborare con diversi artisti e gruppi del panorama musicale italiano, da PMF a Simone Cristicchi, da Daniele Silvestri a Le luci della centrale elettrica.

Molto del suo successo è dovuto alla sua versatilità che gli permette di approcciare i più vari e distanti stili musicali, e renderlo un apprezzato musicista.


Le (tante) collaborazioni

Nel 2008 entra a far parte del celebre gruppo indie-rock degli Afterhours, subentrando al violinista Dario Ciffo. Con la band incide due dischi, Padania nel 2012, premiato con la Targa Tenco nello stesso anno nella categoria “Album dell’anno” e Folfiri o Folfox, pubblicato nel 2016, che debutta, appena dopo la sua uscita, come il disco italiano più venduto.

Tra le collaborazioni internazionali non si può non citare quella con i Muse per il brano Survival, in cuisuona l’intro. Recentemente, l’abbiamo visto come direttore d’orchestra al Festival di Sanremo 2020 per il brano vincitore, Fai rumore di Diodato.

uRadio intervista: Rodrigo D’Erasmo

Qualche anticipazione…

Se morite già dalla voglia di sapere su cosa si incentrerà l’intervista condotta dal nostro Beniamino Valeriano sappiate che non possiamo anticiparvi molto.

Una cosa è certa: Rodrigo D’Erasmo avrà modo di parlare del suo ultimo progetto “Lost in the desert”.

La copertina del brano

Brano che vede la partecipazione di tantissimi artisti, tra cui Daniele Silvestri e Rancore, insieme a Rodrigo e che è stato prodotto durante il lockdown.

Un pezzo musicale che ha il valore aggiunto di rappresentare una significativa raccolta fondi per i lavoratori del mondo dello spettacolo… ma di questo, vi parlerà lui!

Vi aspettiamo domani, 9 Luglio: sintonizzatevi!


Elisa Agostinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.