Torna Parole in cammino, il Festival dell’italiano e delle lingue d’Italia


Festival dell’Italiano e delle lingue d’Italia

La manifestazione, alla sua seconda edizione, si terrà a Siena dal 5 all’8 aprile


Per il secondo anno consecutivo, Siena è lieta di ospitare Parole in cammino, il Festival dell’italiano e delle lingue d’Italia, realizzato dall’Associazione La Parola che non muore e ideato e diretto da Massimo Arcangeli.

Dal 5 all’8 aprile, un centinaio di ospiti tra accademici, intellettuali, poeti, scrittori, artisti e giornalisti interverranno in diverse location senesi, tra cui l’Università per Stranieri, la Sala del Mappamondo a Palazzo Comunale, il complesso museale di Santa Maria della Scala e il Teatro dei Rinnovati. A calcare il palco saranno, tra gli altri, Matteo Renzi, Aldo Cazzullo, Mario Tozzi, Corrado Augias e Marc Augé.

 

 

L’iniziativa e i partner

Parole in cammino è un progetto nato nel 2017 grazie alla partnership del Comune di Siena, della Regione Toscana, dei due atenei senesi, della Fondazione Bianca Piccolomini Clementini e delle case editrici Zanichelli e Aracne. L’ambizione è di realizzare un itinerario sull’italiano fra passato, presente e futuro, senza trascurare il contributo portato dalle tante altre “lingue” presenti sul territorio (dialetti, lingue minoritarie, linguaggi giovanili, lingue di contatto, gerghi tecnologici, ecc.), dalle maggiori lingue di cultura (con riferimento alla traduzione letteraria, alle parole “in viaggio”, alle nuove forme di “capitalismo linguistico”, ecc.), dalla comunicazione non verbale (la lingua dei segni, il linguaggio del corpo).

L’iniziativa punta a fare di Siena il centro strutturale, organizzatore, propulsore di una manifestazione annuale che potrà coinvolgere regioni, città, cittadine e borghi italiani disposti a realizzare uno o più eventi. Infatti, il fine sarà di creare un percorso tematico comune, all’interno di altre iniziative culturali, come il Festival della Crescita, manifestazione itinerante con sede a Milano, e le Feste Archimedee di Siracusa. Per l’Italia centrale saranno anche quest’anno più direttamente coinvolti quattro festival, già gemellati in un progetto di “cultura in cammino”, ovvero la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno, il Futura Festival di Civitanova Marche, La parola che non muore di Civita di Bagnoregio e ANTICOntemporaneo di Cassino. Si tratta di eventi rappresentativi di Umbria, Marche, Lazio, le regioni che, insieme con la Toscana, hanno visto affiorare le prime testimonianze dei volgari italiani.

Il programma

Giovedì 5 aprile

Si comincia giovedì 5 aprile con il Prefestival. La mattina, esperti di linguistica, comunicazione e traduzione terranno una serie di laboratori, conferenze-spettacolo e lezioni interattive presso le scuole primarie e secondarie di Siena. Il pomeriggio, alle 14:30 all’Unistrasi, verrà proposto un intervento dedicato al progetto L’AltRoparlante: pratiche didattiche di translanguaging per la gestione della superdiversità in classe. Seguiranno un match d’improvvisazione letteraria e un incontro dedicato alla sottotitolazione in russo e cinese. La prima giornata si chiude con una cena con spettacolo presso l’Orto dei Pecci, dalle 20:30.

 

Venerdì 6 aprile

Il Festival vero e proprio comincia venerdì 6 aprile alle 9:00, nella Sala del Mappamondo a Palazzo Comunale. I saluti delle autorità apriranno la sessione mattutina. Il primo intervento, alle 9:15, sarà dedicato alla presentazione del Renziario, a cura di Massimo Arcangeli: si tratta di un dizionario della comunicazione verbale e non verbale dell’ex-premier. Mattero Renzi sarà presente.

In seguito, alle 10:45, interverrà il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo con Li mettiamo via quei cellulari? Nuove tecnologie e nuovi linguaggi, quindi alle 11:15 Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico, parlerà de La lingua delle catastrofi. Infine, alle 12:40, si terranno i saluti di chiusura di altri partner organizzativi e istituzionali.

Il pomeriggio, alle 14:30, sarà possibile aderire alla visita guidata dello splendido Palazzo Piccolomini Clementini. Poco dopo, alle 15:00, a Santa Maria della Scala, inizierà la sessione dedicata a “Scienza, tecnologia e marketing”, a cura del Festival della Crescita.

Più tardi, a partire dalle 21:00, nella meravigliosa cornice del Teatro dei Rinnovati, si terranno alcune stimolanti riflessioni sul rapporto tra scienza, comunicazione ed etica. A seguire, le premiazioni a cura del sindaco Bruno Valentini. Infine, chiuderà la giornata una rilettura teatrale di Dante a cura del liceo scientifico G. Marconi di Foligno.

Sabato 7 aprile

La giornata di sabato 7 aprile si terrà in buona parte nell’Aula Magna dell’Unistrasi. La mattina, a partire dalle 9:00, sarà dedicata ai Linguaggi di genere: interverranno esperti di linguistica, comunicazione, filosofia, storia, pedagogia e psicologia. La sessione pomeridiana, invece, tratterà l’argomento delle Contaminazioni, migrazioni, interfacce.

Il programma è ulteriormente arricchito da altre proposte. Alle 15:00, presso la casa circondariale, si svolgerà In “territorio amico”, per un esperimento di scrittura a più mani. Inoltre, dalle 18:00, la Contrada della Chiocciola ospiterà una serie di incontri, tra cui Che razza di italiani siamo del giornalista e conduttore televisivo Corrado Augias; anche in questo caso, Bruno Valentini elargirà alcuni premi. Seguiranno una cena e una breve visita al Museo della Contrada.

Infine, al Teatro dei Rinnovati, a partire dalle 21:30, si alterneranno interventi tradizionali ed esibizioni di vari artisti. Alle 22:15, gli studenti del liceo classico F. De Filippis-M. Galdi di Cava dei Tirreni si esibiranno in L’Inferno dantesco a ritmo di rap.

Domenica 8 aprile

La giornata conclusiva analizzerà La Costituzione italiana fra storia e attualità, presso l’Unistrasi, a partire dalle 9:00. Alle 11:45 Marc Augé, uno tra i pensatori più significativi dell’antropologia contemporanea, rifletterà su Société et migration. A chiudere Parole in Cammino, alle 12:30, saranno le ultime Premiazioni.

 

 

Per maggiori informazioni basta aprilre questo link.


Davide Delle Chiaie.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *