I papà nella musica classica

A papà I padri hanno un ruolo importante nell’educazione dei figli: alcuni hanno avuto un ruolo molto importante. Sto parlando di tutti coloro che hanno seguito la crescita di grandissimi compositori, che devono molto al loro supporto o alla loro mania di protagonismo. Facciamo un tour nella galleria dei ritratti dei padri più noti nel[…]

Sun Hee You & Martux_m: la classica incontra l’elettronica

La mia fissazione più vecchia si è incontrata con quella più nuova. Ieri, venerdì 1 marzo, il pianoforte di Sun Hee You si è fuso con il mixer di Martux_m dando vita al miglior concerto di questa stagione della Micat in Vertice. Migliore per ora, ovviamente. Il palco del Salone dei concerti è illuminato di[…]

Comprimere Beethoven in un minuto sui social

C’è un problema di fondo nell’eterna lotta tra vecchie e nuove generazioni: i presupposti culturali non sono gli stessi. Ultimamente c’è un baratro. Ci si riunisce a parlare di social media, ma si affrontano da un punto di vista che non è quello dei giovani che i social media li usano e li studiano dall’interno.[…]

Gustav Mahler è il mio amore nemmeno troppo segreto

Questa domenica rompo il mio lunghissimo silenzio per parlarvi di uno degli autori a me più cari: Gustav Mahler. Avevo più volte promesso che ne avrei parlato in maniera estensiva e credo sia giunto il momento di farlo. Mahler è uno dei miei due compositori preferiti (l’altro è Puccini) per svariati motivi. Innanzitutto, le sue[…]

E lucevan le stelle sulla Tosca di Puccini

A mamma. Ci sono (almeno) tre argomenti su cui non dovete mai chiedermi un’opinione se non volete ascoltarmi blaterare per almeno mezz’ora di fila: Narciso e Boccadoro di Hesse, i gatti e Puccini. La lista in verità è molto lunga. In ogni caso, questa domenica parleremo del terzo di questi argomenti e di una delle[…]

Un noviziato alla musica classica con gli Studi di Chopin

A Liliana Quattroequaranta ritorna in scena dopo mesi di imperdonabile assenza. Questo ultimo periodo è stato uno dei più strani e complessi della mia vita, sia a livello personale che a livello “professionale” e ho la netta sensazione che, andando avanti col tempo, sarà ancora peggio. O meglio, dipende dai punti di vista. Storia e[…]

L’oboe e il pianoforte possono regalare un’atmosfera magica?

Non tutti i concerti di musica classica hanno come protagonisti grandi orchestre o uno spettacolare programma concentrato sul pianoforte solista. A volte, per creare un’atmosfera magica, bastano un oboe e un pianoforte. Ma non stiamo parlando di due strumenti (e due musicisti) qualunque. Ieri, venerdì 7 dicembre, il Salone dei concerti dell’Accademia Chigiana si è[…]

Verso la Micat in Vertice: la Sonata per oboe e pianoforte di Poulenc

Venerdì 7 dicembre ci sarà un nuovo appuntamento con la Micat in Vertice, stagione concertistica dell’Accademia Chigiana. Avremo l’opportunità di ascoltare un duo composto da Paolo Grazia all’oboe e Roberto Prosseda al pianoforte, con un programma che tocca diversi periodi storici e musicali. Un viaggio nel tempo Si partirà con le Tre romanze op. 94[…]

La Terza sinfonia di Beethoven: l’apoteosi di un eroe

Giovedì prossimo si apre la stagione musicale più importante di Siena, e una tra le più importanti al mondo, la Micat in Vertice. Protagonista della serata sarà Beethoven con due brani: il monumentale Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra e la Terza sinfonia “Eroica”. Quattroequaranta vi vuole parlare proprio di quest’ultimo brano, in modo da[…]

La Campanella del diavolo: Paganini incontra Liszt

Da un paio di giorni c’è un motivetto insistente che mi rimane in testa e non vuole più uscire. Urban Dictionary mi aiuta nel nominare questo fenomeno: earbug. In pratica. c’è un invisibile insetto nel mio orecchio che continua a ronzare insistente. Dicono che questo fenomeno sparisca nel momento in cui si ascolti il brano[…]