Fuorisede o no? Quando i parenti non sono nella città in cui vivi

Secondo l’Università di Siena rientro nella categoria dei fuorisede, benché Grosseto, la città in cui vivo, disti appena 86 chilometri da Siena e sia raggiungibile in un’ora e un quarto con un autobus extraurbano di linea. Posso tornare a casa quando voglio e, soprattutto, per le vacanze non devo affrontare “pellegrinaggi” infiniti a bordo di[…]

Fuori sede accendete i motori: si torna a casa!

Cari amici di Uradio, fuori sede e non, siamo qui in diretta dal Flixbus 576 direzione “Terronia“. Le feste si avvicinano ed è giunto per noi il momento di tornare a casa. Ebbene si, casa, magico luogo in cui rifugiarsi per fuggire dallo stress universitario, ma anche occasione per rivedere i tanto amati parenti che,[…]

Arte e cucina: quando l’appetito vien imparando

Nozioni d’arte e quattro salti in padella La più classica delle ricette per lo studente fuorisede… La parmigiana! Le feste son finite e tra i propositi più comuni per l’anno nuovo c’è sicuramente quello di perdere quei due, tre, o forse quattro chiletti messi su nell’ultimo mese. La mia rubrica non vi assicura la riuscita,[…]

Impressioni di un fuori sede: tornare a casa.

Cosa ci passa per la testa Il fuorisede tra passato & memorie, case & chimere. Premessa: mi rendo conto che non è semplice, per chi non ha mai affrontato una cosa del genere, capire le sensazioni di chi è andato via di casa (in questo caso per studiare). Per esempio, una cosa che non capirebbero[…]