Siena Jazz: al via una settimana tra Siena e New Orleans!


Tre concerti raccontano la grandezza dell’istituto senese


Musica, musica, musica e ancora musica jazz!

 

Al via una settimana intensa per Siena Jazz. I prossimi 15, 16 e 18 maggio infatti sono in programma tre diversi concerti che raccontano la grande ricchezza culturale e formativa dell’istituzione senese.
 

Susanne Abbuehl ad UnTubo club

Si comincia martedì 15 maggio quando il palcoscenico del locale Un Tubo Jazz Club ospita il concerto di Susanne Abbuehl e i suoi allievi. Lo spettacolo chiude uno dei seminari di alta formazione riservati agli studenti della Siena Jsienza jazzazz University (Inizio ore 21.45 – ingresso libero).

Susanne Abbuehl è una delle più acclamate voci femminili del jazz europeo. Cantante e compositrice d’origine svizzero-olandese, nell’arco della sua carriera si è esibita ed ha inciso dischi con musicisti dal background musicale molto vario.

Qualche esempio? Il Jeanne Lee Music & Dance Ensemble, Christof May, Stephan Oliva, Michel Portal, Mats Eilertsen e Paolo Pandolfo.

 

Peter Pan incontra il jazz!

Sempre presso Un Tubo Jazz Club, mercoledì 16 maggio alle ore 21.00 ad ingresso libero un imperdibile appuntamento diviso in due parti.

Ad aprire la serata saranno i giovanissimi allievi di Siena Jazz che fanno parte della Peter Pan Orchestra, il progetto musicale rivolto ai giovani d’età compresa fra gli 8 ed i 13 anni, nato per accostare i bambini alla musica moderna.

La loro esibizione chiude un seminario di tre giorni guidato da Odd André Elveland, fondatore e direttore della Improbasen Jazz School, Barnas Jazzhus, nonché del Kids in Jazz Festival, Norvegia.

Il concerto si inserisce dunque in un programma di scambi tra i piccoli jazzisti delle due scuole, di Siena e di Oslo che Elveland ha curato in collaborazione con Fabrizio Bai e tutto lo staff della Peter Pan Orchestra.

La seconda parte dell’appuntamento vedrà sul palco i docenti Stefano Onorati, David Boato e Maurizio Giammarco con gli allievi Siena Jazz University a dar vita a un recital pieno di ritmo e grande musica.

Conclusione: jazz tra Milano, Siena e Oslo.

Venerdì 18 maggio sarà invece la volta del primo concerto che nasce a seguito del progetto EuJamm, promosso da Siena Jazz e sostenuto dal MIBACT e che, nel corso del 2018 vedrà la partecipazione delle formazioni jazzistiche di 9 accademie europee e 9 italiane.

Alle ore 21.30 presso l’Auditorium Santa Chiara Lab, a chiusura un’intensa due giorni di attività didattiche si esibiranno le formazioni jazzistiche della Civica Scuola di Milano Claudio Abbado, della Norwegian Academy of Music di Oslo e del Siena Jazz, composte da studenti e docenti delle tre istituzioni.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *