Il sogno continua. Emma Villas vince 3-0 con Grottazzolina.


Il sogno senese sembra prendere il volo. Vittoria piena e non scontata.


un passo più vicini al sogno

Bargi in battuta

La tensione al PalaEstra era palpabile sin dall’inizio. Quella di ieri era una partita importante sotto molti punti di vista. Il match con la rivale diretta per l’ascesa alla classifica, la Videx Grottazzolina, si preannunciava una sfida.

La formazione di partenza dell’Emma Villas vedeva protagonisti Marco Fabroni, Federico Bargi, Vincenzo Spadavecchia, Filippo Vedovotto, Martin Nemec, Alisson Do Monte Martinis Melo e Filippo Pochini in qualità di libero.

Il primo set parte subito con un errore in battuta da entrambe le parti. Le squadre si equivalgono e si inseguono fino al 7-7, poi la squadra di casa ottiene un vantaggio di due punti che conserverà approssimativamente fino alla fine della partita. I trainatori del set e della squadra sono sicuramente Vedovotto e Nemec che sfoggiano una pallavolo decisa e non risparmiano niente. Il set viene conquistato per 21-25.

Nel secondo set i giocatori senesi sembrano partire arricchiti di una nuova fiducia. La parità tra le squadre però rimane, si cerca di combattere ogni palla per ottenere quel vantaggio che può segnare la vittoria. Lo scambio sul 10-9 per i padroni di casa, tristemente perso, è esemplificativo. Entrambe le squadre si spingono sempre oltre, lottano accanitamente. Grazie alla buonissima partita di Bargi e ai salvataggi miracolosi di Pochini è l’Emma Villas a conquistare il vantaggio e poi il set per 25-21. Da menzionare la schiacciata a punto di Fabroni, dimostra che quando ci sono forma e fiducia, riesce tutto.

Il terzo set è più sbilanciato. Nonostante la parità iniziale i senesi prendono il volo anche grazie al lavoro di Spadavecchia e Melo (Il più prolifero dei senesi). I marchigiani della Videx Grottazzolina si riprendono leggermente verso la fine, ma vengono battuti 25-19.

La celebrazione della vittoria

Il sogno di vincere


La soddisfazione di Pochini e Spadavecchia

Entrambi gli atleti si dicono soddisfatti della partita. Ammettono di aver sofferto la tensione iniziale vista l’importanza del match. A renderli più sicuri, però, ci sono i duri allenamenti di coach Cichello. “Usciamo sempre dall’allenamento con la maglia sudata” afferma Spadavecchia. Pochini invece si proclama preparato fisicamente nonostante i 7 mesi in cui non ha giocato una partita intera.

Questa infatti è la prima partita interamente giocata da Pochini dopo molto tempo e certamente non ha deluso. Si parla di obbiettivi, tirandosi indietro all’ultimo momento per scaramanzia. Il sogno c’è, ma è meglio tenerselo stretto ancora per un po’. Ma la squadra è forte, il morale alto e adesso si punta a Bergamo per la Coppa Italia. Filippo ha già vinto due volte il trofeo con la maglia dell’Emma Villas, chissà cosa succederà al suo terzo anno…

Il barese Spadavecchia elogia il coach e il vice Cruciani. La comunicazione e il clima sono positivi e incoraggianti, si lavora e si ottiene. i fondamentali sono allenati e migliorano di volta in volta, non esiste la perfezione, ma le cose possono andare bene. E lo stanno facendo. Anche Vincenzo ormai si concentra sulla semifinale di Bergamo. Esorta i tifosi a seguire la squadra, dal vivo o tramite sportube.

Spadavecchia in un momento dell'intervista

Vincenzo Spadavecchia durante l’intervista

Insomma lo Sportday è stato sicuramente piacevole per tifosi ed atleti, ma bisogna sempre guardare avanti. Per gli studenti fuorisede sarà dura seguire le partite durante le vacanze natalizie, ma torneremo in gennaio. Fino a quel momento, un enorme in bocca al lupo all’Emma Villas.


Silvia De Martin Pinter.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *