Forum (programma televisivo)

FORUM ‹fòorëm› s. ingl. [dal lat. forum «piazza, fòro»] (pl. forums ‹fòorëm›), usato in ital. al masch. (e pronunciato comunem. ‹fòrum›). – 

A

(società) In relazione al passato, per forum s’intende una riunione pubblica per discutere argomenti d’interesse culturale, sociale, politico, ecc. (vd. anche cineforum, vd. NOIA). Esiste anche l’estensione, con iniziale maiuscola, per intendere un edificio adibito allo svolgimento di manifestazioni pubbliche di vario genere (spec. di carattere sportivo, vd. PARADISO ITALIOTA).

B

(tele) Si intenda per Forum come un programma televisivo di tipo giuridico (vd. TOGHE ROSSE, dizionario berlusconiano) storico (vd. CANCRO) in onda  prima sulle reti Canale 5 e successivamente su Rete 4 dal 29 settembre 1985, con la conduzione di Catherine Spaak (vd. ITALIA FRANCIA 2-1), Rita dalla Chiesa (vd. 44 GATTI), Paola Perego (vd. SCHERZI A PARTE!) e Barbara Palombelli (vd. ?), e in ambito giuridico da veri magistrati come Santi Licheri (vd. CASSAZIONE). Nato come mise-en-abyme nel programma Buona Domenica (vd. CROSSOVER), ottiene con la seconda conduzione una propria autonomia, con tanto di programmi spin-off come Affari di famiglia (vd. DELIRIO), di versionI VIP con Forum di Sera (vd. DOPPIO DELIRIO), compartecipazioni come a Lui e Lei nel 1994 (vd. TRIPLO) e ad un episodio pilota Il Verdetto (vd. CON I FIOCCHI).

B1

Attraverso l’arbitrato rituale (vd. GIURISPRUDENZA, QUELLA VERA), su Forum si mettono in scena controversie di ambito condominiale, stradale e familiare, tutti registrati prima della trasmissione – precedentemente erano in differita, e poi in diretta, e adesso in registrato (vd. SPILORCI).  Come affermano i due studiosi del trash: “La cosa che mai viene creduta dallo spettatore è nella rappresentazione dell’evento: ovvero, i fatti trattati sono stati ricostruiti e impersonati da due figuranti col bene placido dei veri giudicati e della redazione […] Essendo lodi arbitrali, e cioè giudicati solo per via di un atto di compromesso, il valore dell’evento giuridico sui contendenti a Forum è pari a zero: si veda come, con grande maestria da circo, mentre c’è il ritiro della corte, vengono intervistati pubblico e utenti d’internet, con i loro commenti da terza elementare. Tant’è che come espressione del giudizio vengono utilizzati due contenitori in cui riporre dei sassolini, tutto pur di evitare il borbottio delle masse […]” (cit. Babb e Mink, 2015).

B2

(tele) Dal 2008, e dopo la scomparsa dell’avvocatessa Tina Bassi, della guardia giurata Pasquale Anselmo e del giudice Santi Licheri, il programma Forum ha tentato altre vie di successo (vd. FACILONERIA), come Forum Bau per i diritti sugli animali (vd. BAU), Lo sportello di Forum, dove il pubblico non parla (vd. MIRACOLO), la Sessione Pomeridiana, dove vengono riproposti i momenti più divertenti della settimana (vd. PAPERISSIMA), Forum presenta: Libere dalla violenza?, speciale sulla violenza sulle donne in occasione della Giornata internazionale contro la Violenza sulle Donne (vd. FACILONERIA PARTE SECONDA: AD HOC), e Forum presenta I Nuovi diritti, altra versione friendly sugli eventi sociali e politici più rilevanti del decennio, quali unioni civili, privacy sul web, alimentazione e svezzamento vegano (vd. MA CHE…). E, sì, Forum Xmas, il medley delle puntate di dicembre. E questi sono solo alcuni degli spin-off, il resto non è riuscito a resistere al tempo (vd. ABORTO).

B3

(tele) Malgrado la serietà del programma (vd. AHAHAHAH), Forum non ha mancato all’appuntamento col disagio: oltre alla puntata praticamente rovinata con una bestemmia in diretta (e l’angoscia di tutto il pubblico, Dalla Chiesa compresa), in relazione al Terremoto del 2009 (vd. DOMANI) i figuranti hanno propagandato la totale ricostruzione dell’Aquila da parte del Governo allora in carica (vd. OTTAVO NANO), con tanto di sostegno, da parte della conduttrice, nei confronti di Bertolaso (vd. MADDALENA). Inoltre s’è sviluppata una rivalità stile Domenica Live-In col programma Verdetto finale (Rai 1 Endemol, vd. TAROCCO), e anche una tendenza alla rissa in diretta, probabilmente pilotate come il resto del programma (vd. SPETTACOLARIZZAZIONE).  

C

(rete) Relativo al linguaggio di Internet, si parla di un gruppo di utenti che s’incontrano in rete per parlare di determinati argomenti, da scegliersi, eventualmente, tra quelli resi disponibili da un apposito ventaglio di sezioni di discussione (vd. NOIA!!!). Con la sola differenza che lì nessuno propaganda, mena o mette in ridicolo la legge per un po’ di audience (vd. AMEN).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *