Centenario della nascita di FRANCO FORTINI – Gli appuntamenti senesi

Si apre oggi il novembre fortiniano senese, in occasione del centenario dalla nascita dell’intellettuale toscano, con la prima sessione del convegno Traducendo… Convegno internazionale di studi su Franco Fortini e la traduzione, alle ore 16:00 presso l’Aula Magna dell’Ateneo. Il convegno, nato dalla collaborazione tra l’Università di Siena, l’Università per Stranieri e il Comune di Siena, è dedicato in parte all’intensa opera di traduzione di Fortini – che l’intellettuale affiancò fin dalla metà degli anni Quaranta a quella di scrittura poetica e civile militante – in parte alle traduzioni dell’opera fortiniana in lingua straniera (qui il programma completo).

Il convegno, compreso nelle giornate dal 2 al 4 novembre, sarà intervallato da appuntamenti di carattere meno spiccatamente accademico.

Un calendario fitto di appuntamenti.

Il 3 novembre alle ore 18:00 sarà inaugurata la mostra Je voudrais savoir presso il complesso museale Santa Maria della Scala. L’esposizione si concentra sul significativo viaggio compiuto da Fortini nel 1955 come partecipante alla prima delegazione ufficiale presso la Repubblica Popolare Cinese, assieme, tra gli altri, a intellettuali di spicco quali Piero Calamandrei, Franco Antonicelli, Norberto Bobbio, Carlo Bernari, Carlo Cassola, Ernesto Treccani e Antonello Trombadori. Il percorso espositivo, progettato dall’architetto Alessandro Bagnoli, comprenderà le fotografie di Franco Fortini – provenienti dall’Archivio Fortini dell’Ateneo senese – scattate durante il soggiorno in Cina, corredate da testi e documenti degli altri membri della delegazione. La mostra resterà aperta dal 3 novembre al 7 gennaio.

Gli appuntamenti del 3 novembre proseguiranno alle ore 21:00 presso l’Aula Magna dell’Ateneo con la performance musicale Dove si andrà... Le canzoni di Franco Fortini, a cura dell’Istituto De Martino.

Il 4 novembre alle ore 9:00, presso la Biblioteca comunale degli Intronati, verrà inaugurata la mostra Traducendo…, in occasione dell’apertura dell’ultima sessione del convegno, con introduzione del presidente della Biblioteca degli Intronati Roberto Barzanti. L’esposizione, a ingresso gratuito, resterà aperta dal 4 al 25 novembre.

Conclusione ‘teatrale’.

In conclusione, il 6 dicembre alle ore 21.15 (con anteprima per le scuole alle ore 10:30) presso il Teatro dei Rozzi, andrà in scena, per la regia di Teo Paoli, l’atto unico Il soldato, testo teatrale inedito di Franco Fortini ambientato negli anni della Guerra Civile di Liberazione. Ricordiamo agli studenti iscritti presso gli Atenei toscani che è possibile acquistare il biglietto dello spettacolo a un prezzo ridotto attraverso il servizio di prenotazione del DSU Toscana.

Fabiana di Mattia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *