Lisbon Storie, ovvero l’italiano a Lisbona

Perché gli italiani continuano a trasferirsi numerosi in Portogallo? Cosa li spinge ad arrivare a Lisbona e, soprattutto, cosa li spingea rimanere? Un film prodotto da Luca Onesti, Daniele Coltrinari, Massimiliano Rossi La Corte dei Miracoli Venerdì  sera ha organizzato la proiezione delfilm-documentario “Lisbon storie”, il primo film sugli italiani a Lisbona. La produzione mandata[…]

“Partir” di Elina Duni: il coraggio del dolore

“C’è un preciso momento in cui dal dolore nasce la gioia, questo mistero dell’essere, questa trascendenza del male”. Così recita il programma di sala che tengo stretto tra le dita arrossate dal freddo mentre, miracolo!, mi precipito sull’unico panchetto rimasto libero sulla balconata. Alzo lo sguardo verso l’affresco sul muro e mi rendo conto che[…]

La Quinta sinfonia di Mahler: un’epifania ai Rinnovati

Raramente mi sono seduta in platea durante un concerto. Il mio posto preferito è nel secondo, al massimo terzo ordine di palchi sulla sinistra, in modo da poter osservare tutto il palcoscenico, vedere le mani dei musicisti e le loro espressioni. Da lassù posso anche osservare il pubblico e tenermi a distanza dall’inevitabile chiacchiericcio, dai[…]

Sei personaggi in cerca d’autore: Michele Placido al teatro dei Rinnovati

Andrà in scena questo pomeriggio l’ultima replica a Siena dello spettacolo Sei personaggi in cerca d’autore, diretto da Michele Placido.  La rappresentazione ha finora riscosso un buonissimo successo, complice soprattutto  la notorietà del regista, che attira in sala anche molti curiosi un po’ spaesati e purtroppo non particolarmente avvezzi all’ambiente.  Durante l’azione infatti non è[…]

L’oboe e il pianoforte possono regalare un’atmosfera magica?

Non tutti i concerti di musica classica hanno come protagonisti grandi orchestre o uno spettacolare programma concentrato sul pianoforte solista. A volte, per creare un’atmosfera magica, bastano un oboe e un pianoforte. Ma non stiamo parlando di due strumenti (e due musicisti) qualunque. Ieri, venerdì 7 dicembre, il Salone dei concerti dell’Accademia Chigiana si è[…]

Recensione non politically correct dell’apertura della Micat in Vertice

Chi fosse abituato a leggere gli articoli di Quattroequaranta sa perfettamente in che modo mi piace parlare di musica classica. Preferisco usare un linguaggio semplice, per essere il più possibile comprensibile, e per quanto mi piaccia essere irriverente mi mantengo (quasi) sempre nel politically correct. Questa volta non sarà così. Ieri, giovedì 22 novembre (giorno[…]

Il Maestro e Margherita sul palco del teatro dei Rinnovati

Dal 16 al 18 novembre, il teatro dei Rinnovati di Siena ha ospitato la messa in scena de Il Maestro e Margherita,  prodotta dal Teatro Stabile dell’Umbria. Lo spettacolo ha una potenza espressiva prodigiosa. Ogni personaggio viene caratterizzato senza eccesso e in maniera totalmente efficace. I corpi hanno un’intensità comunicativa fenomenale. L’allestimento delle scene è[…]

Cleopatra: il capolavoro del “papà dei manga” Tezuka

Una rilettura giapponese della storia romana Anche quest’anno, al Circolo Arci Lavoro e Sport in Via dei Pispini, riparte il Cineforum “Senza titolo”, con una serie di appuntamenti che ci accompagneranno fino al mese di luglio. Novembre è dedicato alla “classicità”: dopo Spartacus di Kubrick, Dolci vizi al foro di Richard Lester, domenica sera è[…]

La Terza sinfonia di Beethoven: l’apoteosi di un eroe

Giovedì prossimo si apre la stagione musicale più importante di Siena, e una tra le più importanti al mondo, la Micat in Vertice. Protagonista della serata sarà Beethoven con due brani: il monumentale Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra e la Terza sinfonia “Eroica”. Quattroequaranta vi vuole parlare proprio di quest’ultimo brano, in modo da[…]

I LEGO® e lo spirito costruttivista

Posso dirlo con assoluta convinzione: la regola 34 è possibile anche per i LEGO®. “Se esiste qualcosa su Internet, allora esiste anche la sua versione pornografica”. Ecco, togliete i termini “Internet” e “pornografica”, e metteteci al loro posto “realtà” (o tenete pure Internet, che tanto c’è più realtà lì dentro che nel mondo fisico…) e[…]