Filosofia & popcorn – Klaus e l’etica liberista

Un vero atto di bontà ne ispira sempre un altro… Klaus Netflix porta avanti la sua sfida alle major cinematografiche, producendo il suo primo lungometraggio di animazione, a tema natalizio, Klaus – i segreti del Natale. Il film è stato scritto e diretto da Sergio Pablos, uno degli artefici del Rinascimento Disney degli anni ’90,[…]

“Pinocchio” di Matteo Garrone: una recensione

Non c’è periodo migliore del Natale per trascorrere un pomeriggio al cinema, riscoprire la magia delle luci che si spengono, il brusio degli spettatori che s’acquieta e l’immergersi nella storia narrata da uno schermo ampissimo, accogliente. Con queste premesse, e anche con un filo di curiosità, sono andata a vedere l’ultimo Pinocchio, scritto e diretto[…]

A Christmas Carol: istruzioni per l’uso. Come rileggere un classico natalizio

Il mio Natale Passato, Presente e Futuro. La domanda è questa: cosa fa del Natale il Natale? Credo e spero che tutti voi che leggete questa rubrica abbiate degli splendidi ricordi del Natale di quando eravate bambini. Io ricordo che tutto quello che facevamo alle elementari diventava a tema natalizio. Ogni disegno, lavoretto (perché li[…]

Filosofia & popcorn – Full Metal Jacket: l’individuo e la guerra

Tra guerra e Jung, alla scoperta di uno dei film più celebri di Kubrick “La più micidiale combinazione del mondo? Un marine col suo fucile. Ma è sulla volontà di uccidere che bisogna concentrarsi, se volete riuscire a salvare la pelle in combattimento. Il vostro fucile è solo uno strumento: è il cuore di pietra[…]

Villa Certosa Cineforum: Scelsi e ‘Il Primo Moto dell’immobile’

Un film documentario su Giacinto Scelsi di Sebastiano d’Ayala Valva Estetica scelsiana Si potrebbe forse dare una categorizzazione all’idea estetica di Scelsi, compositore di origine ligure importante per le ricerche microtonali. Categorizzazione non banalmente neoplatonica: egli era fortemente convinto del fatto che la potenza creativa dell’artista provenisse dall’ispirazione divina, ricoprendo così una funzione di intermediario.[…]

Macchine mortali. Un film distopico

Prima di iniziare la recensione vorrei soffermarmi sulla parola distopia/distopico: per la Treccani si parla di “previsione, descrizione o rappresentazione di uno stato di cose futuro, con cui, contrariamente all’utopia e per lo più in aperta polemica con tendenze avvertite nel presente, si prefigurano situazioni, sviluppi, assetti politico-sociali e tecnologici altamente negativi“.  Ecco, oltre a[…]

Santiago, Italia di Nanni Moretti: la pena di tutti

A tre anni di distanza da Mia madre, Nanni Moretti torna sugli schermi con Santiago, Italia, un docu-film che rappresenta un unicum all’interno dell’ormai quarantennale produzione cinematografica del regista di Brunico. Un racconto di speranze represse Abbandonata per un attimo la fertile ed ambigua dialettica tra finzione e autobiografia, che da sempre informa peculiarmente le[…]

Lisbon Storie, ovvero l’italiano a Lisbona

Perché gli italiani continuano a trasferirsi numerosi in Portogallo? Cosa li spinge ad arrivare a Lisbona e, soprattutto, cosa li spingea rimanere? Un film prodotto da Luca Onesti, Daniele Coltrinari, Massimiliano Rossi La Corte dei Miracoli Venerdì  sera ha organizzato la proiezione delfilm-documentario “Lisbon storie”, il primo film sugli italiani a Lisbona. La produzione mandata[…]

Che strano chiamarsi Federico

L’eredità di Federico Fellini a 25 anni dalla sua morte Si è celebrato il 31 ottobre 2018 il venticinquesimo anniversario della scomparsa di uno dei più grandi registi della storia del cinema, non solo nostrano, ma internazionale, il cineasta che ha forse avuto maggiore impatto e influenza sulla cultura e sull’arte cinematografica mondiale. È allora[…]

Cleopatra: il capolavoro del “papà dei manga” Tezuka

Una rilettura giapponese della storia romana Anche quest’anno, al Circolo Arci Lavoro e Sport in Via dei Pispini, riparte il Cineforum “Senza titolo”, con una serie di appuntamenti che ci accompagneranno fino al mese di luglio. Novembre è dedicato alla “classicità”: dopo Spartacus di Kubrick, Dolci vizi al foro di Richard Lester, domenica sera è[…]