Assassin's Creed: storyline di guerra eterna

Quando nel 2007 iniziarono ad uscire i primi manifesti e i primi annunci pubblicitari sul nuovo ed entusiasmante capolavoro della Ubisoft, la prima cosa che forse colpì un pò tutti fu l’estrema novità dell’assetto grafico e la grande fluidità di un videogioco che, già dal nome, ha probabilmente attirato la maggior parte dei giocatori mondiali. Per chi (come una buona parte dei giocatori) avesse precedentemente giocato alla saga di Prince of Persia, questo nuovo titolo si presentava come un’irresistibile evoluzione di una precedente e mai troppo vecchia avventura (iniziata nel caro e antico 2D e poi evolutasi nelle versioni più recenti). Per altri, si presentava semplicemente come un qualcosa di estremamente rivoluzionario e ancora tutto da scoprire. Si rivelò essere il primo di nove capitoli principali, a cui vanno ad aggiungersi numerosi spin-off e altri materiali relativi alla storia (romanzi, fumetti, cortometraggi e altro ancora). Si rivelò essere una bandiera, più che un semplice momento di interazione con il proprio computer, o forse un vero e proprio ripasso di Storia (è scientificamente provato che 9 giocatori su 10 della Saga hanno i massimi voti in questa materia). Ma per alcuni, in quantità più o meno relative, si rivelò essere un vero e proprio Credo. E nel lontano 2007, Assassin’s Creed entrò nelle nostre vite.

maxresdefaultLa trama complessiva della Saga è difficile da riassumere in un semplice articolo, ma si possono tracciare delle vaghe linee generali che possano ricostruire l’intera struttura di un mondo vasto, articolato e molto complesso, tralasciando i dettagli dei singoli titoli. La serie ripercorre il lungo tragitto storico dell’umanità, descrivendo i vari eventi storici più importanti (Le Crociate,  Il Rinascimento, La Guerra d’Indipendenza Americana, la Rivoluzione Francese, l’Età Vittoriana) come vere e proprie lotte di potere tra due fazioni ben distinte e celate all’interno della società: gli Assassini ed i Templari.  I Templari cercano di creare un mondo pacifico fondato su regole, ordine e controllo, questo perché essi hanno la consapevolezza circa la debolezza dell umanità. Per questo motivo, sono i nemici giurati dell’Ordine degli Assassini, che perseguono ideali come la libertà del individuo e il libero arbitrio. Con queste ideologie contrastanti, i due gruppi hanno combattuto nel corso di migliaia di anni per il controllo e il destino dell’umanità. Fino ad ora.

Il protagonista del gioco è Desmond Miles, un semplice barista che viene rapito dai Templari (identificati sotto il nome di Abstergo Industries, una multinazionale farmaceutica)  e introdotto all’Animus, un dispositivo in grado di leggere le memorie dei propri antenati attraverso la “memoria genetica” contenuta nel DNA. Desmond esplora i ricordi del suo antenato Altaïr Ibn La-Ahad, membro dell’Ordine degli Assassini in Siria durante la terza Crociata, riuscendo passivamente ad apprendere molte delle sue abilità (come l’Occhio dell’Aquila, un potere che gli permette di riconoscere gli alleati e i nemici) e ampliare la propria conoscenza grazie alla sua esperienza. L’Assassino apprende l’esistenza di particolari oggetti tecnologicamente avanzati chiamati i “Frutti dell’Eden”: creati da una Civilizzazione precedente alla nostra, questi frutti hanno poteri terribili, capaci di distruggere vite umane con estrema facilità o controllare direttamente la mente delle vittime.

Il secondo capitolo della serie riprende la linea del primo, ma questa volta Desmond ha la possibilità di esplorare la vita e le memorie di un altro antenato: Ezio Auditore da Firenze. Le vicende di Ezio (che si sviluppano in tre titoli differenti: “Assassin’s Creed II”,”Assassin’s Creed: Brotherhood” e “Assassin’s Creed: Revelations”, rispettivamente svolti nell’Italia Rinascimentale e nell’Impero Ottomano con l’ultimo titolo) permettono a Desmond di comprendere per intero l’essenza del Credo e di entrare in contatto con la Triade della Prima Civilizzazione, composta da Giove, Minerva e Giunone. Loro gli spiegano come la Prima Civilizzazione abbia tentato di sfuggire invano ad una tempesta solare e come lui possa cercare di salvare l’umanità dalla successiva minaccia solare prevista per il 21 dicembre 2012. Questa è la base del terzo capitolo, dove Desmond inizia a risentire su di sè l’effetto negativo dell’Osmosi, generato dalla lunga esposizione all’effetto dell’Animus. Entrerà in contatto con Giunone, in realtà entità malvagia, la quale vuole conquistare il mondo e schiavizzare gli umani (che ritiene responsabili della fine della sua gente), che porrà davanti a Desmond una scelta: Salvare il mondo o lasciarlo al suo destino.

I capitoli successivi al terzo non hanno la presenza del protagonista Desmond: nel quarto capitolo della serie si può vivere il presente dal punto di vista di un uomo dell’Abstergo, che riuscirà a ripercorrere le memorie di Edward Kenway (nonno di Connor, Assassino protagonista del terzo capitolo), un pirata dei Caraibi divenuto successivamente Assassino. In questo capitolo Edward scopre l’esistenza di un luogo chiamato Osservatorio:  per accedervi è necessaria una goccia di sangue di un uomo chiamato il Saggio, unico che conosce la locazione dell’Osservatorio. ac

I successivi due Capitoli escono in contemporanea (Unity e Rogue), continuando la scia del quarto capitolo: il primo è ambientato nella Rivoluzione Francese, permettendoci di entrare nel vivo di quegli anni così difficili e importanti per il quadro storico europeo; mentre il secondo è ambientato nel Nord America durante la Guerra dei Sette Anni. Tra i due, Unity è quello che si presenta nella sua maniera più innovativa. Il gioco per la prima volta nella serie introduce il multiplayer cooperativo (massimo quattro giocatori). Il tutto verte sulla figura, già introdotta, del Saggio: egli contiene il DNA dei Precursori, a tripla elica, e  il Progetto Fenice della Abstergo è vicina a decifrare tale genoma. Infine, l’ultimo capitolo della Saga vede un background totalmente diverso: si approda nella Londra Vittoriana, con tutte le sue nuove tecnologie e i problemi relativi alla Rivoluzione Industriale. La capacità di muovere due protagonisti, due gemelli, sarà fondamentale nella capitale britannica: marcata dallo sfruttamento minorile, corruzione e disagio, in un’epoca a cavallo tra il vecchio mondo e quello appena prima delle guerre mondiali.

E, per non dimenticare, dei rumor sul nuovo capitolo! Ma siccome c’è chi dice che sia ambientato in Giappone, chi dice che sia in Egitto, in Russia, e in chissà quali altri luoghi, lascerò l’eventuale commento del nuovo titolo della saga ad un secondo momento!

Siate una Lama tra la Folla!

Adria J. Necula

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *