A San Valentino, per chi …

Ah, il 14 febbraio, San Valentino, la festa degli innamorati, quelle ventiquattro ore dove i fatturati dei fiorai e della Perugina registrano i consueti picchi annuali.

Tuttavia non tutti la passeremo allo stesso modo, ci sarà chi la trascorrerà con l’amata/o, chi in solitaria o chi a fare le interviste per uRadio (io).

Dai su, gli anni del liceo sono difficili per tutti

Al di là di presunte invettive scritte sulle lavagne, utili giusto a ricordarsi i tempi andati, mai come in questo giorno dedicare una canzone può avere un significato particolare e insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Per chi vuole cercare di dimenticare

Il primo San Valentino passato in solitaria dopo anni? Il pensiero fisso di lui/lei che ancora non vuole scomparire?

Mike Kinsella e i suoi American Football, band di riferimento della scena Midwest emo, nel video ufficiale del loro pezzo di culto, Never Meant, ci forniscono la soluzione: iniziare a prendere a sassate l’abitazione dell’ex*.

Del resto:

So let’s just pretend
Everything and anything
Between you and me
Was never meant

*Musica ed immagini sono solo a scopo illustrativo, il sottoscritto si dissocia da eventuali denunce per stalker che potrebbe derivare dall’emulazione di un simile comportamento.

Per chi ha trovato un amore trascendentale

Ma alla fine, chi lo ha detto che bisogna per forza trovare il proprio amore su questa terra, così piena di peccatori e così tendente al tradimento?

Si sa, avere qualche raccomandazione ai “piani alti” può sempre far bene, esattamente come riascoltarsi ogni tanto In the Aeroplane Over the Sea che ha brillantemente da poco compiuto 21 anni.

E quale migliore occasione di San Valentino per cantare:


I love you Jesus Christ
Jesus Christ I love you
Yes I do

Per chi non sa accontentarsi

Two is meglio che uan diceva una vecchia pubblicità di una nota marca di gelati. Sinceramente non crediamo che il buon Federico Fiumani avesse in mente quello spot quando scrisse questo pezzo; di sicuro, se qualcuno di voi sarà così coraggioso da dedicarlo alla propria amata, potrete sempre (tentare) di placare la sua rabbia dicendole che sarebbe stato molte peggio se le avesse fosse toccato questo.

Per chi lo passerà con il suo animale

Ecco, se proprio qualcuno si stesse chiedendo come passerò questa giornata, la risposta è servita.

Nonostante il testo si possa lasciare andare a varie interpretazioni, è dedicato ad un gatto (da segnalare, nel brano la presenza come ospite di Jacopo Lietti dei Fine Before You Came). Pertanto, se proprio volete farvi del male (o del bene, dipende dai punti di vista) mettevi questo brano in cuffia e osservate il vostro fido compagno per tutta la durate del pezzo… sarà bello, fidatevi.

Per chi non capisce l’universo femminile 

Ogni mia parola qui sarebbe superflua, l’ascolto del brano penso sia già più che sufficiente.

Per chi vuole riappacificarsi

Questo brano, posto in chiusura di Epica Etica Etnica Phatos, l’ultimo album prima del definitivo passaggio al nome CSI, rappresenta una delle vette (forse la più alta) della poetica di G. L. Ferretti.

Il pezzo è dedicato sia alla figura paterna, scomparsa prematuramente, sia a quella di Annarella Giudici, la soubrette delle gruppo, con il quale vi era stato un litigio.
Annarella segnava la fine di tante cose: la storia era cambiata dentro e fuori dal gruppo, il mondo non era più lo stesso.

La più bella canzone d’amore della musica italiana?

Per chi è un vero romanticone

Insomma, abbiamo parlato di animali, di amanti, di divinità, ma un po’ di sano romanticismo vogliamo ritagliarcelo?

E allora chiamiamo in causa Justin Vernon con il brano forse più famoso di quel For Emma, Forever Ago che nel 2007 lo portò da commesso di un Fast Food a star dell’Indie Folk contemporaneo.

E se proprio siete ancora indecisi del regalo da fare al vostro partner, per quest’anno lasciate perdere i classici cioccolatini, e puntate tutto sui biglietti del suo concerto di Luglio a Verona. Anche se non lo conoscete potrebbe valerne veramente la pena


Leonardo Bindi.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *